Il “tutor” è una figura prevista dalla legge nelle università italiane, che consente agli studenti particolarmente meritevoli di diventare delle figure di “supporto alle attività didattico-integrative” e di supporto alle “attività di recupero”, previo partecipazione all’apposito “Bando di selezione per attività di tutorato”.

Cosa fa in pratica un tutor? Il ragazzo che diventa tutor deve quindi “dare lezioni di recupero” a tutti gli studenti che ne abbiano bisogno. Queste lezioni gli verranno naturalmente ricompensate dalla borsa di studio, cioè da un vero e proprio contratto part-time per “supporto alle attività di didattica”.

L’erogazione dei fondi per le attività di tutorato è rigidamente controllata dalla nostra Università. L’Ateneo dispone di un apposito fondo totale, che viene poi ripartito tra i vari Dipartimenti a seconda di criteri ben precisi (percentuale di fuori corso, percentuale di studenti in corso con almeno un tot CFU maturati, numero di iscritti ecc.).

Una volta assegnati i vari fondi spettanti ad ogni Dipartimento, è il Dipartimento stesso a sancirne autonomamente lo stanziamento per le attività di tutorato nella maniera più efficace per le proprie necessità. Alcuni corsi preferiscono ad esempio far svolgere delle vere e proprie lezioni di recupero serali per gli studenti che ne hanno necessità, altri corsi istituiscono degli “info point” dove lo studente può recarsi per chiedere supporto, altri ancora danno degli orari di ricevimento nei quali incontrare i tutor ecc. Informati presso la Segreteria del tuo Dipartimento o presso i tuoi rappresentanti come sono coordinate le attività di tutorato per il tuo corso.

Come detto, per diventare tutor occorre partecipare ad apposito Bando di selezione. I tutorati, abbiamo già detto, sono gestiti autonomamente dai vari Dipartimenti. A seconda del fondo spettante, un Dipartimento prevede un determinato numero di borse per attività di tutorato. Più Bandi possono essere pubblicati durante l’anno accademico. Controlla spesso il Portale ufficiale del tuo Dipartimento o la sezione avvisi del sito di Ateneo. Anche sulle nostre pagine di rappresentanza tutti i bandi per le attività di tutorato vengono regolarmente pubblicizzati.

Per presentare regolarmente domanda, devi scaricare la modulistica ufficiale dell’Ateneo, allegata al Bando. La modulistica va compilata in tutte le sue parti e può essere consegnata:

  • A mano al Protocollo Generale di Ateneo;
  • Previo Raccomandata A/R indicando le specifiche di indirizzo riportate nel bando;
  • via pec all’indirizzo email della tua segreteria di Dipartimento;

RICORDA CHE: In tutti e tre i casi sopra specificati, la domanda deve arrivare all’Università entro la data di scadenza del bando ( per le raccomandate non fa fede il timbro postale);

Possono partecipare:

  • tutti gli studenti regolarmente iscritti ad un anno successivo al primo;
  • in Regola con il pagamento delle tasse,
  • che abbiano conseguito un determinato numero di CFU (nell’ultimo bando pubblicato 24).

Ricorda che, essendo attività di didattica (differentemente per quanto concerne le attività di collaborazione studentesca, es. 150 ore), è richiesta congrua preparazione e competenza in talune discipline. A seconda delle necessità di un Dipartimento esso può disporre specifici criteri di selezione (es. crediti e media in determinate materie) che saranno comunque sempre chiaramente indicate nel Bando.

Il Bando ha durata minima di 30 giorni dalla sua data di pubblicazione. Una volta chiuso partiranno immediatamente i lavori per la selezione dei candidati idonei.

Come detto la borsa è un vero e proprio contratto di lavoro part-time. La sua durata è sancita dalle necessità del Dipartimento e specificata nel Bando (comunque per un monte ore non superiore a 250).

Il compenso attualmente fissato per ogni contratto è di € 10,00/ora.

Il pagamento avviene, di norma entro 45 giorni dal termine dell’erogazione delle prestazioni. L’accredito avviene in unica soluzione mediante bonifico su c.c. intestato al beneficiario o, alternativamente mediante pagamento in contanti per importi inferiori a € 1.000,00.

No, per questo tipo di collaborazione studentesca, l’apposito decreto legislativo prevede l’esenzione dal pagamento di imposte sui redditi.

Trovi tutti gli ultimi Bandi dei vari Dipartimenti, con relative modulistiche sul Portale di Ateneo www.unich.it sotto la voce:

Home->Didattica->Offerta formativa->Bandi per gli studenti->Altri Bandi (Tutorato, Percorsi di eccellenza, Borse)

  • CHE COS’ E’ UN TUTOR? COSA SONO I TUTORATI?

    Il “tutor” è una figura prevista dalla legge nelle università italiane, che consente agli studenti particolarmente meritevoli di diventare delle figure di “supporto alle attività didattico-integrative” e di supporto alle “attività di recupero”, previo partecipazione all’apposito “Bando di selezione per attività di tutorato”.

    Cosa fa in pratica un tutor? Il ragazzo che diventa tutor deve quindi “dare lezioni di recupero” a tutti gli studenti che ne abbiano bisogno. Queste lezioni gli verranno naturalmente ricompensate dalla borsa di studio, cioè da un vero e proprio contratto part-time per “supporto alle attività di didattica”.

  • COME FUNZIONANO QUESTI FONDI? IN COSA CONSISTONO QUESTE “ATTIVITA’ DI TUTORATO”?

    Una volta assegnati i vari fondi spettanti ad ogni Dipartimento, è il Dipartimento stesso a sancirne autonomamente lo stanziamento per le attività di tutorato nella maniera più efficace per le proprie necessità. Alcuni corsi preferiscono ad esempio far svolgere delle vere e proprie lezioni di recupero serali per gli studenti che ne hanno necessità, altri corsi istituiscono degli “info point” dove lo studente può recarsi per chiedere supporto, altri ancora danno degli orari di ricevimento nei quali incontrare i tutor ecc. Informati presso la Segreteria del tuo Dipartimento o presso i tuoi rappresentanti come sono coordinate le attività di tutorato per il tuo corso.

  • VOGLIO DIVENTARE TUTOR, COME FACCIO DOMANDA?

    Come detto, per diventare tutor occorre partecipare ad apposito Bando di selezione. I tutorati, abbiamo già detto, sono gestiti autonomamente dai vari Dipartimenti. A seconda del fondo spettante, un Dipartimento prevede un determinato numero di borse per attività di tutorato. Più Bandi possono essere pubblicati durante l’anno accademico. Controlla spesso il Portale ufficiale del tuo Dipartimento o la sezione avvisi del sito di Ateneo. Anche sulle nostre pagine di rappresentanza tutti i bandi per le attività di tutorato vengono regolarmente pubblicizzati.

  • DOVE CONSEGNO LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE?

    Per presentare regolarmente domanda, devi scaricare la modulistica ufficiale dell’Ateneo, allegata al Bando. La modulistica va compilata in tutte le sue parti e può essere consegnata:

    – A mano al Protocollo Generale di Ateneo;
    – Previo Raccomandata A/R indicando le specifiche di indirizzo riportate nel bando;
    – Via pec all’indirizzo email della tua segreteria di Dipartimento;

    RICORDA CHE: In tutti e tre i casi sopra specificati, la domanda deve arrivare all’Università entro la data di scadenza del bando ( per le raccomandate non fa fede il timbro postale);

  • CHI PUO’ PARTECIPARE AL BANDO? QUALI SONO I REQUISITI DI SELEZIONE?

    Possono partecipare:
    – tutti gli studenti regolarmente iscritti ad un anno successivo al primo;
    – in Regola con il pagamento delle tasse,
    – che abbiano conseguito un determinato numero di CFU (nell’ultimo bando pubblicato 24).

    Ricorda che, essendo attività di didattica (differentemente per quanto concerne le attività di collaborazione studentesca, es. 150 ore), è richiesta congrua preparazione e competenza in talune discipline. A seconda delle necessità di un Dipartimento esso può disporre specifici criteri di selezione (es. crediti e media in determinate materie) che saranno comunque sempre chiaramente indicate nel Bando.

  • QUANTO TEMPO HO PER PARTECIPARE AL BANDO? QUANDO POSSO SAPERE I RISULTATI?

    Il Bando ha durata minima di 30 giorni dalla sua data di pubblicazione. Una volta chiuso partiranno immediatamente i lavori per la selezione dei candidati idonei.

  • QUANTO DURA UNA COLLABORAZIONE? A QUANTO AMMONTA IL COMPENSO?

    Come detto la borsa è un vero e proprio contratto di lavoro part-time. La sua durata è sancita dalle necessità del Dipartimento e specificata nel Bando (comunque per un monte ore non superiore a 250).

    Il compenso attualmente fissato per ogni contratto è di € 10,00/ora.

  • QUANDO AVVIENE, DI NORMA, IL PAGAMENTO DELLA PRESTAZIONE?

    Il pagamento avviene, di norma entro 45 giorni dal termine dell’erogazione delle prestazioni. L’accredito avviene in unica soluzione mediante bonifico su c.c. intestato al beneficiario o, alternativamente mediante pagamento in contanti per importi inferiori a € 1.000,00.

  • ESSENDO UN CONTRATTO PART-TIME, SONO TENUTO A DICHIARARE QUESTE ENTRATE?

    No, per questo tipo di collaborazione studentesca, l’apposito decreto legislativo prevede l’esenzione dal pagamento di imposte sui redditi.

  • DOVE TROVO L’ULTIMO BANDO UTILE?

    Trovi tutti gli ultimi Bandi dei vari Dipartimenti, con relative modulistiche sul Portale di Ateneo www.unich.it sotto la voce:

    Home->Didattica->Offerta formativa->Bandi per gli studenti->Altri Bandi (Tutorato, Percorsi di eccellenza, Borse)